I Santi Segni - Paolo Puliti organista

Vai ai contenuti

Menu principale:

Percorsi Fede

Dove c'è musica di devozione, Dio è sempre a portata di mano con la sua presenza gentile  (J. S. Bach)

I Santi Segni

Il nostro mondo è abitato da segni. Di ogni genere. Questi ci aiutano a capire, a metterci in relazione, a godere o a soffrire.
Il fiore: quale segno è diventato per tutti noi?
Un bacio: cosa vi leggiamo in questo segno delicato?
Un’occhiata, una mano… non indicano sempre qualcosa per cui non importano le parole?
Anche Dio ha usato e usa, dei segni.
Lo stesso Gesù, nel Vangelo, rimprovera la gente che lo circonda:
“Sapete interpretare l'aspetto del cielo e non sapete distinguere i segni dei tempi?”
E, ancora Lui, parlerà di “segni nel cielo” per annunciare la fine di un mondo.
Così la Chiesa, per aiutare i suoi figli, usa dei segni. Umili e semplici: sempre utili per cogliere in pienezza ciò che viene proposto o celebrato.
Non tutti ‘i segni’ sono eguali. Ce ne sono di importanti e meno importanti.
I Sacramenti, che sono “segni” di efficacia certa, sono al vertice. Ma anche gli altri che vedremo, ci servono per entrare, con la loro misurata guida, in esperienze che meritano e  che hanno il sapore  della grazia e dell’amore di Dio.

Gualtiero Sollazzi


Torna ai contenuti | Torna al menu