Gesù I - Paolo Puliti organista

Vai ai contenuti

Dove c'è musica di devozione, Dio è sempre a portata di mano con la sua presenza gentile  (J. S. Bach)

I contenuti di questa pagina sono stati scritti appositamente per me dal carissimo e indimenticabile amico
Gualtiero Sollazzi che è tornato al Padre 1l 18 luglio 2018


“Il giorno dopo Giovanni stava ancora là con due dei suoi discepoli  e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: “Ecco l’agnello di Dio! ”.  
E i due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù.
Allora si voltò e, vedendo che lo seguivano, disse:
“Che cercate? ”.
Gli risposero: “Maestro, dove abiti?”
Disse loro: “Venite e vedrete”.
Andarono dunque e videro dove abitava e quel giorno si  fermarono presso di lui; erano circa le quattro del pomeriggio”.

Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro.
Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse:
«Abbiamo trovato il Messia» - che si traduce Cristo - e lo condusse da Gesù.
Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse:
«Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa» - che significa Pietro.
(Gv. 1, 35-40)


Una curiosità: Nel secolo scorso sono stati dedicati a Gesù 62 mila volumi.

Tanti, invece, non hanno ignorato Gesù   
Pensatori e scrittori, considerati “lontani” e perfino il libro dell’Islam, il Corano, non sanno nascondere lo stupore, l’ammirazione  e l’incanto per quest’uomo potente e buono, unico al mondo.

Anche oggi si nega Gesù.  
E’ stato scritto assai recentemente: “Gesù il Cristo: leggendario fondatore della religione cristiana, la cui esistenza storica non può essere dimostrata con certezza”.

Un cercatore contemporaneo
E’ lo scrittore Vittorio Messori. Ha scritto “Ipotesi su Gesù” e presenta così come ha iniziato questo lavoro: “sono partito dal dubbio, o meglio dall'indifferenza come tanti oggi. Non certo dalla fede. Sono arrivato a questo studio dopo 18 anni di scuola di stato. Ho dovuto imparare tutto, partendo da niente». Da ateo, si converte a Cristo e ne diventa appassionato testimone.

Il nostro cammino.  
Si muoverà guidato da questi verbi:
Cercare per conoscere - Conoscere per amare.

Un esempio recentissimo

Chiara Badano è stata beatificata dalla Chiesa il 25 settembre 2010. Nasce nel 1971, scopre da giovanissima il movimento dei “Focolarini” e soprattutto scopre Gesù. Mentre fa il Liceo classico le viene scoperto un male incurabile. Ha una sola risposta:”Quello che vuole Gesù, lo voglio anch’io”. Sarà chiamata “Chiara Luce” per il suo sguardo. Il segreto: fin da piccola, ha scoperto Gesù leggendo e meditando il Vangelo. Ha cercato –conosciuto – amato.

Gualtiero Sollazzi

Vuoi pregare?  

La tua voce ha potuto intenerirmi
La tua presenza trattenermi
e il tuo rispetto commuovermi.
Chi sei?
Tu, solo tu, hai destato
l’ammirazione dei miei occhi,
la meraviglia del mio udito.
Ogni volta che ti guardo
mi provochi nuovo stupore
e quanto più ti guardo
più desidero guardarti”.
(Calderon della Barca)
            

Webmaster: Paolo Puliti Collaborazione: Federica Frediani
Torna ai contenuti